LAVORI DI APRILE

Con le nevicate e le piogge di quest’inverno le attività di lavorazione della terra, semina e trapianto hanno subito uno slittamento di almeno 20/30 giorni.

Tempo di piantagione: dalle 00 alle ore 11 dell’1 e dalle ore 8 del 15 alle ore 18 del 28.

Lavori di innesto: alberi da frutto dalle ore 4 alle ore 24 del 2 e dalle ore 5 del 3 alle ore 6 del 4.

Con luna calante. Semina in semenzaio all’aperto: cavolo cappuccio estivo, indivia riccia e scarola, lattuga a cappuccio primaverile/estiva, porro, sedano. Semina a dimora all’aperto : bietola da coste, cipolla colorata, lattuga da taglio, radicchio da taglio, spinacio primaverile/estivo. Piantagione all’aperto: cipolla.

Con luna crescente. semina in semenzaio protetto: anguria, melone, zucca e zucchina. Semina in semenzaio all’aperto: basilico. Semina a dimora all’aperto: anguria, barbabietola, carota, cetriolo, coriandolo, crescione, cumino, fagiolino, fagiolo, melone, pomodoro, prezzemolo, ravanello, zucca, zucchina. Piantagione all’aperto: anguria, cavolo, cetriolo, indivia riccia, lattuga primaverile/estiva, melanzana, melone, peperone, peperoncino, pomodoro, sedano, zucca, zucchina.
Frutteto
Le piante da frutto necessitano di attenzioni in questo periodo. Innanzitutto, è ancora possibile eseguire le ultime piantagioni, preferibilmente di piante in vaso o con pane di terra.

Ricorda di gestire nel modo migliore l’apporto di acqua alle piante, infatti in assenza di piogge, è buona norma eseguire irrigazioni frequenti (massimo ogni 10-12 giorni); inoltre, in Aprile, è molto importante dedicarsi alla prevenzione di funghi e malattie che potrebbero danneggiare le piante ed diminuire il raccolto: smuovi e pulisci regolarmente il terreno intorno alle piante, in modo da individuare per tempo la presenza di parassiti o altri elementi dannosi. Si può utilizzare ossicloruro di rame (bio) specialmente se il periodo è molto umido.

La fioritura in questi giorni è un vero spettacolo, ma è anche il preambolo di un ricco raccolto. Perché ciò avvenga sono necessarie due fasi prima, che bisogna cercare di agevolare: l’impollinazione ad opera dei cosiddetti pronubi (quali le api) e la fecondazione dei fiori. Per tutelare l’attività delle api e quindi favorire l’impollinazione è vietato spargere insetticidi durante tutto il periodo di fioritura.

È sempre in questo periodo che si possono convertire le piante adulte per cambiare varietà da frutto, mediante gli innesti a corona, o ottenere nuove piante, prelevando i polloni ai piedi di noccioli, rovi, lamponi, ecc.


 In conclusione aprile è un mese pieno di attività da compiere nel tuo orto-frutteto, ma è anche il mese che regala grandi soddisfazioni: immagina che piacere  sdraiarsi sotto l’ombra di un albero dopo aver svolto le attività di cura, pulizia, potatura, ecc. e rilassarsi immerso nella natura, circondato dai sorprendenti profumi e colori primaverili.


PIANTE IN CASA

Le piante di casa hanno bisogno di luce.
Le rose: diamo il giusto concime: per favorire la ripresa vegetativa delle rose possiamo ricoprire la base con dello stallatico oppure distribuire del fertilizzante potassico completo, facilmente reperibile presso il vivaio o i garden center. E’ necessario per questo che il terreno sia stato correttamente pulito dalle infestanti, e lavorato in superficie per facilitarne l’assorbimento. Per tutta la primavera e l’estate le rose vanno annaffiate frequentemente. Per garantire loro un terreno sempre umido è buona norma effettuare una pacciamatura utilizzando composta matura oppure un terriccio di foglie.uce. Diamo loro del fertilizzante e spostiamole vicino alle finestra. E’ ancora presto per metterle fuori. La seconda metà del mese di aprile è ideale per allestire le cassette da appendere sul terrazzo oppure appoggiarle sui davanzali delle finestre. Se si utilizzano vasi di cotto, bisogna tenerli a bagno per un paio di ore prima di riempirli. E’ importante sostituire completamente la terra rimasta nei vasi gettandola su un prato, e usando invece terriccio di qualità mescolandolo a del fertilizzante granulare a lenta cessione.