Chi siamo

TITOLO III

SOCI LAVORATORI

Art. 6

REQUISITI DEI SOCI

Il numero dei soci lavoratori è illimitato, ma può essere inferiore al minimo stabilito dalla Legge.
Possono essere soci tutte le persone fisiche aventi la capacità di agire, ed in particolare coloro che abbiano maturato una capacità professionale nei settori di cui all’oggetto della cooperativa e, comunque, coloro che possano collaborare al raggiungimento dei fini sociali.
Il socio lavoratore, con la propria adesione, stabilisce un ulteriore rapporto di lavoro, in conformità con l’apposito regolamento, in una delle forme di cui all’art. 4 del presente statuto, sottoscrivendo apposito contratto con la cooperativa.
Possono essere ammessi come soci anche elementi tecnici ed amministrativi nel numero strettamente necessario al buon funzionamento della società .
Possono essere, altresì, soci le persone svantaggiate, di cui all’art.4, Legge 381/1991 che, a norma del secondo comma dell’art.4 citato, devono rappresentare almeno il trenta per cento dei lavoratori della cooperativa e, compatibilmente con il loro stato soggettivo, essere soci della cooperativa stessa.
Possono, essere ammessi anche soci, denominati “soci volontari” che, condividendo lo scopo e le finalità della cooperativa, siano intenzionati a prestare la loro attività in modo gratuito per il raggiungimento degli scopi sociali, come consentito dall’art. 2 della Legge 381/1991. Il numero dei soci volontari non può superare la metà del numero complessivo dei soci.
Possono, altresì, essere ammessi a soci, a norma dell’art. 11, Legge 381/1991, le persone giuridiche pubbliche o private nei cui statuti sia previsto il finanziamento e lo sviluppo delle attività delle cooperative sociali e che condividono gli scopi sociali della cooperativa stessa, al fine di contribuire a migliorarne lo sviluppo.
Non potranno essere soci lavoratori coloro che esercitano in proprio, o vi abbiano interessenze dirette, imprese identiche ed affini a quella esercitata dalla cooperativa ed in concorrenza con quest’ultima, salvo diversa deliberazione dell’organo amministrativo assunta in conformità alle leggi speciali in materia di cooperazione di lavoro.