Chi siamo

SEZIONE III – ORGANO DI CONTROLLO E REVISIONE LAGALE DEICONTI

ART. 31

CONTROLLO LEGALE DEI CONTI

I soci lavoratori, decidendo ai sensi dell’artt. 2477 del Codice Civile, possono in ogni momento nominare un Organo di controllo definendone poteri e competenze.

ART. 32

DURATA DELL’ORGANO DI CONTROLLO

L’Organo di controllo resta in carica per tre esercizi, e scade alla data dell’assemblea convocata per l’approvazione del bilancio relativo al terzo esercizio della carica.
La cessazione dell’Organo di controllo per scadenza del termine ha effetto dal momento in cui l’Organo è stato ricostituito.

ART. 33

COMPETENZA E RIUNIONI

L’Organo di controllo vigila sull’osservanza della legge e dello Statuto, sul rispetto dei principi di corretta amministrazione ed in particolare sull’adeguatezza dell’assetto organizzativo, amministrativo e contabile adottato dalla società e sul suo concreto funzionamento.
Ricorrendo i presupposti di legge, l’ Organo di controllo può esercitare la revisione legale dei conti, qualora l’assemblea dei soci non abbia diversamente disposto.
L’Organo di controllo deve assistere alle adunanze dell’organo amministrativo, alle assemblee e alle riunioni del comitato esecutivo.
In caso di omissione o di ingiustificato ritardo da parte degli amministratori, l’ Organo di controllo deve convocare l’assemblea ed eseguire le pubblicazioni prescritte dalla legge. Può altresì, previa comunicazione al Presidente dell’organo amministrativo, convocare l’assemblea qualora nell’espletamento del suo incarico ravvisi fatti censurabili di rilevante gravità e vi sia urgente necessità di provvedere.
L’Organo di controllo, in occasione della approvazione del bilancio di esercizio, deve indicare specificamente nella relazione prevista dall’artt. 2429 del Codice Civile i criteri seguiti nella gestione sociale per il perseguimento dello scopo sociale determinato dai diversi tipi di scambio mutualistico ammessi dal presente Statuto. Deve, inoltre, documentare la condizione di prevalenza ai sensi dell’articolo 2513 del Codice Civile.
L’ Organo di controllo può, in ogni momento, procedere, ad atti di ispezione e controllo, oltre ad effettuare gli accertamenti periodici.
Di ogni ispezione dovrà compilarsi verbale da inserirsi nell’apposito libro.