Chi siamo

ART. 29

SOSTITUZIONE DEGLI AMMINISTRATORI

Qualora vengano a mancare uno o più consiglieri di amministrazione l’organo amministrativo provvede a sostituirli, purché la maggioranza sia sempre costituita da amministratori nominati con decisione dei soci lavoratori e gli amministratori così nominati restano in carica fino alla successiva decisione dei soci.
Se viene meno la maggioranza degli amministratori nominati con decisione dei soci, quelli rimasti in carica devono convocare l’assemblea perché provveda alla sostituzione dei mancanti.

ART. 30

RAPPRESENTANZA SOCIALE

Al Presidente del organo di amministrativo o all’Amministratore Unico spettano la rappresentanza e la firma sociale, limitatamente agli atti rientranti nell’oggetto sociale.
Il Presidente o l’Amministratore Unico sono perciò autorizzati a riscuotere, da pubbliche amministrazioni o da privati, pagamenti di ogni natura ed a qualsiasi titolo, rilasciandone liberatorie quietanze.
Il rappresentante legale ha anche la facoltà di nominare avvocati e procuratori nelle liti attive e passive riguardanti la società davanti a qualsiasi autorità giudiziaria e amministrativa, ed in qualunque grado di giurisdizione.
In caso di assenza o di impedimento del Presidente tutte le sue attribuzioni spettano al Vice Presidente.
Il Presidente, previa autorizzazione del organo di amministrativo, o l’Amministratore Unico, possono delegare parte dei propri poteri rappresentativi ad un altro amministratore,con speciale procura, a dipendenti della società e/o a soggetti terzi.