Chi siamo

ART. 28

ORGANO AMMINISTRATIVO

Se i soci lavoratori nominano più amministratori, la cooperativa è amministrata da un organo amministrativo che si compone da 3 (tre) a 5 (cinque) consiglieri.
L’organo amministrativo elegge nel suo seno il Presidente ed il Vice Presidente.
L’organo amministrativo si raduna sia nella sede sociale che altrove, purché in Italia, ogni qualvolta lo giudichi necessario almeno un consigliere o, se nominati, i sindaci o il revisore.
Esso è presieduto dal Presidente o, in caso di sua assenza o impedimento, dal Vice Presidente o consigliere presente più anziano in età.
L’organo amministrativo è convocato dal Presidente tutte le volte nelle quali vi sia materia su cui deliberare, oppure quando ne sia fatta domanda da almeno due consiglieri.
La convocazione è fatta a mezzo lettera, da spedirsi non meno di cinque giorni prima dell’adunanza, e, nei casi urgenti, a mezzo telegramma, fax o posta elettronica in modo che i consiglieri, i sindaci effettivi ed il revisore (se nominati) ne siano informati almeno un giorno prima della riunione.
Le adunanze sono valide quando vi intervenga la maggioranza degli amministratori in carica.
Le deliberazioni sono prese a maggioranza assoluta di voti.
Le votazioni sono palesi.
Le decisioni adottate dal organo di amministrativo con il voto determinante di un amministratore in conflitto di interessi con la cooperativa, qualora le cagionino un danno patrimoniale, possono essere impugnate entro 90 (novanta) giorni dagli amministratori e, ove nominati, dal Collegio Sindacale o dal Revisore.
In caso di nomina di Amministratore Unico, al medesimo si applicano le norme previste nel presente Statuto per il organo di amministrativo, in quanto compatibili.