Chi siamo

Art. 20

DESTINAZIONE DELL’UTILE

L’assemblea che approva il bilancio delibera sulla ripartizione dell’utile netto destinandolo:
a) una quota non inferiore al 30% alla riserva legale;
b) una quota ai fondi mutualistici per la promozione e lo sviluppo della cooperazione, nella misura e con le modalità previste dalla legge;
c) un’eventuale quota destinata ai soci lavoratori a titolo di ristorno, nei limiti e secondo le previsioni stabiliti dalle leggi vigenti in materia;
d) un’eventuale quota, quale dividendo, ragguagliata al capitale effettivamente versato ed eventualmente rivalutato, da distribuire ai soci lavoratori, in misura non superiore all’interesse massimo dei buoni postali fruttiferi, aumentato di due punti e mezzo;
e) un’eventuale quota ad aumento gratuito del capitale sociale sottoscritto e versato, nei limiti consentiti dalle leggi in materia per il mantenimento dei requisiti mutualistici ai fini fiscali;
f) quanto residua alla riserva straordinaria, in misura comunque non inferiore al 30%.
In ogni caso l’assemblea potrà deliberare, ferme restando le destinazioni obbligatorie per legge per il mantenimento dei requisiti mutualistici ai fini fiscali ed in deroga alle disposizioni dei commi precedenti, che la totalità degli utili di esercizio sia devoluta alle riserve indivisibili.